Salta al contenuto principale
Contenuto
Informazioni generali Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria dei Materiali

Classe delle lauree LM-53 - Ingegneria dei materiali

Il Corso di Studio si presenta

Nel Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria dei Materiali si studiano in maniera approfondita i fondamenti scientifici, i processi e le tecnologie di produzione e trasformazione delle principali classi di materiali (ceramici, vetri, metalli, polimeri e compositi), si impara a prevederne il comportamento in opera e a determinarne la risposta alle sollecitazioni esterne (meccaniche, termiche, chimiche).

L'Ingegnere dei Materiali è un ingegnere industriale, figura professionale di elevata qualificazione in grado di operare, all'interno di un'azienda, nell'ambito della ricerca e sviluppo di prodotti e processi, anche caratterizzati da un alto livello di innovatività. L'Ingegnere dei Materiali è, inoltre, in possesso di adeguate conoscenze che spaziano dal corretto uso delle materie prime disponibili alla selezione del materiale e del processo più idoneo alla realizzazione di un prodotto e all'impiego razionale delle risorse energetiche per un'attenta valutazione degli effetti sull'ambiente delle attività produttive.

A inizio settembre, si svolgono i corsi di azzeramento dedicati agli studenti che desiderano iscriversi alla Laurea Magistrale in Ingegneria dei Materiali. Lo scopo è fornire le basi comuni per poter fruire al meglio degli insegnamenti erogati nella Laurea Magistrale, indipendentemente dalla laurea di provenienza dello studente. L'accesso è libero e la frequenza non obbligatoria.

Cards
Immagine
Informazioni
Info e contatti

Presidente del Corso di Laurea:

Prof. Roberto Giovanardi

 

Delegato all’Orientamento:

Prof. Luca Lusvarghi

Immagine
Organi del CDS
Organi del CdS

Gli afferenti ai Consigli dei Corsi di Studio (CdS) sono definiti annualmente sulla base dei carichi didattici prevalenti.
Ogni Consiglio viene coadiuvato nella progettazione e/o revisione dell'Offerta Formativa da un Comitato di Indirizzo, che si riunisce almeno una volta l'anno.

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica è un corso ad accesso libero. Occorre tuttavia avere determinati requisiti curriculari (Foglio di Calcolo per autovalutare i requisiti di accesso) indicati nel bando di ammissione ed essersi laureati con una valutazione pari o superiore a 85/110 (o voto superiore a due terzi del voto massimo previsto, se il titolo è stato conseguito all'estero).

Verificare attentamente le scadenze previste dal bando di Ammissione.

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria dei Materiali ha stabilito l'obbligo della compilazione di un piano degli studi da parte di tutti gli studenti.

La presentazione del piano degli studi deve avvenire durante il II anno di corso, indicativamente dal 15 novembre al 30 gennaio (le date sono da confermare ogni anno). Non è prevista la compilazione al I anno.
Di norma la compilazione deve essere fatta via WEB su Esse3, all'indirizzo, voce "Piano carriera" e solo in casi particolari in forma cartacea utilizzando l'apposito modulo in distribuzione presso la Segreteria Studenti di Ingegneria (Via Campi 213/b).

 

Si segnala che, allo studente che non abbia compilato il proprio piano degli studi nel periodo previsto, verrà assegnato un piano degli studi standard-statutario obbligatorio che diventerà il proprio piano effettivo.

 

Piano standard-statutario per coorti* di studenti immatricolate dal 2013/2014 al 2021/2022:   

Nel piano degli studi debbono essere comprese, oltre alle attività formative obbligatorie, attività formative a scelta dello studente per un totale di 12 CFU.

Allo studente che non abbia compilato il proprio piano degli studi entro il periodo previsto viene assegnato un piano degli studi standard-statutario che diviene il proprio piano obbligatorio e che prevede i seguenti insegnamenti per l'acquisizione dei 12 CFU a scelta: Materiali Compositi (6 CFU), Scienza e tecnologia dei vetri con laboratorio (6 CFU).
 

INFORMAZIONI TECNICHE SULLA COMPILAZIONE ON LINE

La compilazione del piano on line prevede due alternative di compilazione, visualizzabili una volta entrati nell'area personale Esse3, alla voce Piano carriera:

1) uno schema di piano “APPR”, che prevede che il piano compilato sia automaticamente approvato: in questo percorso vengono proposti solo gli insegnamenti offerti dal Corso di laurea Magistrale in Ingegneria dei Materiali;

2) uno schema di piano “PROP” che dovrà poi essere valutato dal Consiglio di Corso di Studi e che deve essere scelto solo da:

- studenti provenienti da passaggio/trasferimento da altro Corso di Laurea/Ateneo che hanno avuto esami facoltativi riconosciuti già approvati con delibera del proprio Consiglio di Corso di Studi e caricati sul libretto elettronico. Solo nel caso in cui i cfu della delibera di passaggio/trasferimento non sia stata caricata sul libretto elettronico se la richiesta di convalida non sia stata ancora fatta, la compilazione del piano deve avvenire per mezzo dell'apposito modulo cartaceo in distribuzione presso la Segreteria Studenti di via Campi 213/b, da riconsegnare prima della scadenza negli orari di ricevimento.

- studenti che abbiano sostenuto esami facoltativi in Erasmus già approvati con delibera del proprio Consiglio di Corso di Studi e caricati sul libretto elettronico;

- studenti che vogliono sostenere esami extra manifesto di Materiali, dopo aver chiesto alla Segreteria Studenti di caricare l'attività didattica a libretto; si consiglia, se si ha intenzione di fare delle scelte extra manifesto, di informarsi preventivamente dal Presidente del Corso di Laurea, per evitare di incorrere in una non approvazione, che porterebbe nel caso in cui gli esami fuori manifesto siano già stati sostenuti a NON poterli considerare nella propria carriera (poiché saranno considerati sovrannumerali) e non faranno parte del numero di CFU utili per conseguire il titolo con la necessità quindi di sostenere ulteriori esami.
I piani in stato PROP verranno valutati dal Consiglio di Corso di Studio successivamente alla scadenza per la compilazione dei piani.

Lo studente sarà contattato in caso il piano venga respinto per una nuova compilazione.

Il Corso di studio prevede un tirocinio di 720 ore obbligatorio da svolgere in azienda oppure nei laboratori del Dipartimento (tirocinio interno o attività progettuale). 

L'esperienza di tirocinio/atività progettuale consentirà agli studenti di applicare le conoscenze e le capacità di comprensione acquisite per risolvere problemi complessi nel campo dell'ingegneria dei materiali e per approcciarsi a tematiche nuove o non familiari, inserite in contesti più ampi (o interdisciplinari) connessi al proprio settore di studio.

La prova finale è pubblica e consiste nella discussione di una tesi scritta, redatta in modo originale dallo studente sotto la guida di un docente relatore. In particolare la prova finale può consistere:

  • a) nella presentazione e discussione di un progetto, comprendente di norma una parte sperimentale e di laboratorio, sviluppato sotto la supervisione di un docente relatore;
  • b) nella presentazione e discussione dell'attività svolta, sotto la supervisione di un docente relatore, presso industrie, aziende o enti esterni, sulla base di apposite convenzioni, oppure presso un laboratorio di ricerca dell'Università di Modena e Reggio Emilia o di altri enti pubblici o privati.

Gli studenti, dopo avere superato tutti gli esami obbligatori del primo anno oppure non meno di 75 CFU, richiedono al CI, tramite accesso alla banca dati predisposta, l'approvazione dell'assegnazione dell'argomento della tesi e del nominativo del relatore. Gli argomenti disponibili sono raccolti in una banca dati pubblicata sul sito web del Corso di Studi, alla quale gli studenti accedono per scegliere l'argomento della tesi.

La Commissione esaminatrice valuta la prova finale e, in caso di superamento della stessa, assegna per la prova finale un punteggio intero da 0 a 7 centodecimi tenendo conto della qualità del lavoro svolto e della capacità espositiva dimostrata. Non sono previsti punti aggiuntivi.

Il tutorato, in ottemperanza alle disposizioni dell'art. 13 delle legge 341/90, è un servizio finalizzato ad assistere gli studenti iscritti all'università lungo tutto il percorso degli studi, rimuovendo gli ostacoli per una proficua frequenza dei corsi e favorendo la partecipazione attiva alla vita universitaria.

Il docente tutor è un punto di riferimento a cui rivolgersi per chiedere consigli, ricevere aiuto per l'inserimento nel proprio percorso di studi e per avere tutte le forme di assistenza finalizzate a rendere più efficaci e produttivi gli studi universitari.

Il docente tutor in particolare può fornire un supporto metodologico-didattico, finalizzato a superare difficoltà legate all'apprendimento (es. preparare un esame, mettere in relazione i contenuti delle diverse discipline, chiarire dubbi sulle materie di studio) oppure può contattare direttamente gli studenti in difficoltà per proporre loro azioni di supporto predisposte dall’Ateneo.

Le propedeuticità obbligatorie per la coorte* di studenti immatricolata nell'a.a. 2024/25, 2023/24, 2022/2023, 2021/2022, 2020/2021 e a.a. 2019/2020   sono:

INSEGNAMENTOPROPEDEUTICITA'
Tecnologia meccanica per sistemi di lavorazione (II anno)Scienza e tecnologia delle materie plastiche (I anno)

Propedeuticità obbligatoria significa che per poter sostenere Tecnologia meccanica per sistemi di lavorazione, occorre aver già superato e verbalizzato su Esse3 al momento della prenotazione degli appelli l’esame di Scienza e tecnologia delle materie plastiche.

*Una  coorte di studenti è definita come l'insieme degli studenti che, immatricolati in un Anno Accademico (A.A.) o iscritti al primo anno per provenienza da altro CdS, Dipartimento o Ateneo, o iscritti al primo anno come ripetenti, segua il normale percorso della laurea di primo livello nei tre anni previsti.

Cards
Immagine
Organi del CDS
Stage e Tirocini
Immagine
Tutor
Tutorato